STELLARE è un progetto che nasce dalla tradizione dei laboratori cosmetici toscani per fare prodotti di grande qualità a un prezzo contenuto. La filosofia che ha generato questo brand rispecchia le origini artigiane, realizzare prodotti con materie prime da agricoltura biologica, una cosmesi naturale nel rispetto dell’ambiente per dare un risultato specifico a far “brillare” la pelle delle donne.

La linea completa è divisa in quattro aree: SEGNI DI ARIA pulizia viso, SEGNI DI FUOCO peeling viso, SEGNI DI TERRA creme viso, SEGNI DI ACQUA sieri viso. Ogni area contiene tre prodotti realizzati su ispirazione delle caratteristiche mitologiche di ogni zodiaco. Su ogni prodotto compare la dicitura FATTO IN TOSCANA a garanzia della provenienza, un’attestato di origine che conferma e certifica le caratteristiche della nostra filosofia.

Caterina De’ Medici, la principessa fiorentina che portò la cosmesi moderna in Francia

Una donna rivoluzionaria che merita d’essere ricordata anche per tutte le innovazioni che ha introdotto all’interno della corte francese contribuendo sensibilmente al suo miglioramento. L’avanguardia fiorentina, all’epoca, era unica nel mondo!

Caterina fece arrivare dall’Italia un esercito di cuochi e segnò l¹inizio della cucina francese. Introdusse l’allestimento delle tavole, l’uso delle forchette, dei profumi personali, della biancheria, che per lei che amava andare a cavallo era un accessorio irrinunciabile. Con lei, si cominciò a parlare di moda e la Francia divenne una delle nazioni più raffinate d’Europa grazie alla regina italiana che con intelligenza, cultura e arte del saper vivere diede un’impronta di grandezza ed eleganza.

il suo carattere forte e i suoi molteplici interessi come quello per “l’astrologia” attrassero dall’Italia importanti personalità tra cui astronomi, medici, alchimisti, frati, guardie pontificie e dame di compagnia. Ma tra tutti spiccò il suo profumiere Renato Bianco, noto come René le Florentin, il quale trovò nella regione di Grasse le materie prime migliori per le sue essenze. Divenne tanto famoso che aprì a Parigi una bottega di profumiere nella centralissima Pont Saint Michel, meta della migliore società parigina e contribuì anche alla nascita di una miriade di novelli profumieri.

Renato Bianco, uno dei pionieri della profumazione moderna, fece diventare la Francia la grande patria del profumo e ridonò alla sua città natale, Firenze, lo status di capitale mondiale della profumeria e dei prodotti di bellezza naturali.

Grazie a Caterina de’ Medici il profumo, dimenticato dopo i fasti d’epoca romana, divenne elemento indispensabile di convivenza sociale nelle classi agiate di Francia, proprio come già succedeva in Italia. A Firenze, infatti, i profumi erano regolarmente indossati, essendo simboli di nobile casato, e quasi tutti i conventi d’Italia disponevano di almeno un frate alchimista che si dedicava alla lavorazione delle erbe e all’estrazione delle loro essenze.

Le opere, apparentemente uniche, di Renato Bianco si sono perse nei secoli tranne una: l’Acqua della Regina. La creazione profumata consisteva in un’acqua a base di essenze di agrumi con una predominanza di bergamotto di Calabria. Questa creazione fu talmente apprezzata che venne ripresa secoli a venire (e forse leggermente modificata) da Giovanni Paolo Feminis, poi venduta con i nomi di Aqua Mirabili e Acqua di Colonia. La ricetta originale è tuttora custodita nel luogo dove il genio creativo di Renato Bianco la creò: la spezieria del convento dei frati domenicani a Firenze.